Pedalando tra storia e futuro

7 Ottobre 2019
Pedalando tra storia e futuro

Martedì 8 ottobre tra Saronno e Varese si disputerà l’appuntamento clou del ciclismo su strada varesino. Intanto, sul nostro territorio prendono piede anche nuove specialità, che affascinano sempre più soprattutto i giovani 

di Luigi Cazzola

Il traguardo del secolo di storia è sempre più vicino. Quest’anno la Tre Valli Varesine, importantissima classica che si corre nel nostro territorio, soffia infatti su 99 candeline. Lo fa con un’attesa edizione in calendario martedì 8 ottobre, con partenza da Saronno e arrivo a Varese

Un “sempreverde”

Nell’albo d’oro di questa corsa compaiono i nomi di tanti ex campioni del mondo come Libero Ferrario, Fausto Coppi , Adolfo Leoni, Eddy Merckx, Marino Basso, Francesco Moser, Beppe Saronni e Gianni Bugno. Tuttavia, questa competizione non si specchia nel passato, ma continua a suscitare un grande interesse anche oggi, visto che nel 2019 vi prenderanno parte molti campioni del momento, tra i quali anche il nuovo campione del mondo Mads Pedersen

Bicycle Motocross

Del resto, è incontrovertibile che la disciplina del ciclismo su strada sia ancora al primo posto nell’indice di gradimento degli appassionati di ciclismo. Tuttavia, ultimamente stanno emergendo nuove tendenze  e stanno prendendo quota alcune discipline che non trasudano di storia, ma affascinano i giovani per la loro freschezza e modernità. Una di queste è la BMX Racing: in questa specialità, che rappresenta una  derivazione del motocross, i concorrenti, a cavallo di biciclette piccole e leggere, con ruote del diametro  di 20 pollici, si affrontano in brevi, ma  entusiasmanti sfide, su appositi circuiti che comprendono dossi e curve paraboliche. Il corridore di BMX deve avere la potenza del velocista, ma anche il coraggio, la saldezza di nervi e l’elasticità di un acrobata, visto che durante la gara non soltanto spinge sui pedali, ma effettua anche entusiasmanti salti. 

La BMX Racing è di casa a Besnate

Dal 2008, quando fece il suo esordio alle Olimpiadi di Pechino, il BMX Racing è disciplina olimpica. Per quanto riguarda la nostra provincia, viene praticata a Besnate, dove ha sede una pista e dove ha sede una società, l’Audace Sportiva Besnate, che si dedica quasi esclusivamente a questa specialità.

Freestyle, che spettacolo!

Parlando di nuovi trend, non si può dimenticare il BMX Freestyle, che farà il suo esordio la prossima Olimpiade di Tokyo del 2020. Essa si distingue per il fatto, a differenza di quanto accade nella BMX Racing, che non viene  premiato, l’atleta che  taglia per primo il traguardo, bensì quello che riesce ad esibire le evoluzioni migliori.  

In foto: La volata vittoriosa del lettone Toms Skujins alla Tre Valli Varesine del 2018 – Ph  Ilaria Benati

Articoli Correlati

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter mensile?