Il valore del ciclismo

6 Giugno 2022
Il valore del ciclismo

Dal mercato delle bici a quello dell’abbigliamento, fino al turismo: il ciclismo non ha valore soltanto come passione, visto che ha assunto una certa valenza anche per quanto riguarda l’incidenza sull’economia italiana. A spiegare quanto sia prezioso in particolare per il Varesotto è il nostro esperto, Luigi Cazzola

di Luigi Cazzola

C’è il valore sportivo, ma non solo. Per esempio, le biciclette da corsa, anche le più sofisticate, non sono più appannaggio soltanto dei campioni, ma sono appetite dai cosiddetti “amatori”. Alcuni di questi ultimi, durante la settimana, circolano con vecchie utilitarie e poi la domenica pedalano su splendide 2 ruote, facendo confluire su questi gioielli tutti i loro risparmi. C’è poi l’abbigliamento più appropriato, con una molteplice varietà di indumenti, come maglie, pantaloncini, guantini, cappellini, caschi, sottocaschi, scaldacolli, occhiali, calze e scarpe. Così, il mercato dei prodotti ufficiali delle squadre ciclistiche, è segnalato in ascesa. Mentre, un tempo, le ditte che si occupavano di  indumenti di ciclismo, si limitavano a preparare le divise delle squadre ciclistiche, oggi invece vengono venduti  molti capi ai cosiddetti amatori e ai numerosi collezionisti. 

Come tirare la volata al turismo

Il ciclismo inoltre è un veicolo importante anche per quanto riguarda il turismo. Si è erroneamente tentati di pensare che sia uno sport prettamente televisivo, vista la difficoltà di potere vedere di persona la gara nella sua interezza. Tuttavia, l’appassionato si nutre delle immagini dal vivo, staziona per ore ai bordi delle strade,  vuole vedere i propri beniamini da vicino e condividere con loro la fatica: per questo si tratta di un viaggiatore  e contribuisce a incrementare l’afflusso turistico. Dove c’è una corsa importante, i bar sono pieni: pullulano di gente i ristoranti, sono sempre esauriti i posti in albergo. 

Tra amarcord…

Il ciclismo tira la volata anche all’economia del territorio della provincia di Varese. Ciò è dovuto al fatto che, sul territorio, da tempo si svolgono importanti gare ciclistiche anche di richiamo internazionale. Tutti abbiamo ancora negli occhi le magiche giornate del mitico Mondiale di ciclismo su strada di Varese 2008, così come la festosa invasione della Città Giardino da parte degli “amatori” durante i mondiali di Gran Fondo del 2018.

…e attualità

Ancora oggi, comunque, sulle strade del Varesotto si svolgono importanti manifestazioni ciclistiche. Per quanto riguarda  il ciclismo femminile, il Trofeo Alfredo Binda, che si disputa a Cittiglio alla fine di marzo di ogni anno ed è organizzato dalla Cycling Sport Promotion, è ormai diventato una classica di livello internazionale. Per quanto concerne il ciclismo professionistico maschile spicca la Tre Valli Varesine, organizzata dalla Società Ciclistica Alfredo Binda, e giunta alla 101esima edizione, che si disputerà il 4 ottobre e sarà preceduta nello stesso giorno dalla seconda edizione della Tre Valli Varesine donne

Maglia tricolore lungo le strade del Varesotto

Infine, ma non ultimo, le strade del Varesotto assegneranno anche una prestigiosa maglia tricolore, visto che il 25 giugno si disputerà a Carnago il campionato italiano uomini Under 23, organizzato dalla Società Ciclistica Carnaghese. Quest’ultima è anche la promotrice di una corsa internazionale uomini juniores, in programma a Solbiate Arno il 5 giugno.

In foto: La partenza dei mondiali di Gran Fondo del 2018 a Varese  (Foto Benati)

.  

    ​                                                        

Articoli Correlati