I cibi “rosa”

4 Marzo 2019
I cibi “rosa”

Nonostante le donne abbiano una maggiore aspettativa di vita, è più facile che soffrano di alcune patologie rispetto agli uomini. Milena Colzani, dietologa e diabetologa dell’ospedale di Saronno, offre alle nostre lettrici alcuni consigli per uno stile di vita sano al femminile, soprattutto dopo una certa età

di Milena Colzani

Un apparente paradosso: le donne vivono di più, tuttavia alcune patologie come le malattie autoimmunitarie, neurodegenerative, metaboliche e l’osteoporosi sono più frequenti nelle pazienti. Le diversità nella composizione corporea rispetto al maschio e le modificazione indotte dall’età – come la riduzione della massa magra (sarcopenia), aumento di quella grassa e diminuzione del tenore calcico delle ossa (osteoporosi) – possono essere prevenute con un’alimentazione particolare.

Tutte pazze per il calcio
L’alimentazione della donna, in tutte le fasi della vita, deve contemplare sempre alimenti contenenti calcio per la prevenzione dell’osteoporosi: latte, yogurt e formaggi freschi; l’esposizione al sole inoltre attiva la sintesi di vitamina D nella pelle per opera delle radiazioni ultraviolette, in modo da favorire non soltanto la giusta utilizzazione del calcio nelle ossa, ma anche le difese immunitarie.

Rimedi naturali

Che dire poi dei disturbi quali insonnia, sudorazioni improvvise, aumento ponderale, instabilità dell’umore, gonfiore che affliggono le signore in menopausa e che sono legati alla mancanza di estrogeni? Sicuramente i fitoestrogeni, ovvero gli estrogeni” naturali “ contenuti nella soia e nei legumi, possono alleviarli. Il peso si può controllare riducendo l’apporto di carboidrati semplici, come quelli contenuti nelle torte e nelle bibite zuccherate, sostituiti da carboidrati complessi e integrali e limitando il consumo di alimenti ad alta densità calorica (dolci, formaggi stagionati, vino, birre, cibi grassi e molto conditi in generale) mentre  il consumo di pesce può aiutare nel ridurre il gonfiore e la ritenzione idrica; verdura e  frutta – di stagione, mi raccomando – ci aiutano a controllare quegli antipatici attacchi di fame. La depressione e l’ansia li curiamo con un quadratino di cioccolata fondente o con piccole quantità di frutta secca.

Camminare ogni giorno toglie il medico di torno

E per finire non dimentichiamo che, per rafforzare la massa magra, aumentare il metabolismo basale e la mineralizzazione ossea, è necessario praticare con regolarità dell’attività fisica sotto carico (per esempio fit walking e nordic walking) per almeno 30 minuti al giorno.

Articoli Correlati

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter mensile?