Sul tapis roulant

6 Giugno 2022
Sul tapis roulant

L’attrice Claudia Vismara, conosciuta nei panni Caterina Rispoli della serie Rocco Schiavone, spiega di essere sempre di corsa: neo mamma, é appena uscita sul grande e sul piccolo schermo con un film e una fiction in cui il rapporto tra attività motoria e benessere psicologico é centrale 

di Chiara Milani

Sul tapis roulant, quello della palestra, Claudia Vismara confessa di esserci andata una volta sola: “Sono durata credo 5 minuti, poi sono dovuta scendere, perché guardare il muro mi stava facendo diventare pazza”, confessa sorridendo l’attrice, originaria di Bollate, nell’Alto Milanese. In compenso, metaforicamente parlando, a correre sul tapis roulant passa – come molti – la vita: “Corro tutti i giorni della mia vita in un modo molto stressante. Corro fin troppo, soprattutto in questo periodo di grande lavoro”. A rendere il percorso a ostacoli, poi, c’è la splendida novità della maternità: “Con una bambina è ancora tutto più complicato da gestire, quindi di sudate ne faccio parecchie”, assicura. 

La sorella di Claudia Gerini

Proprio Tapirulàn s’intitola il film d’esordio alla regia della collega Claudia Gerini, uscito a maggio sul grande schermo, di cui Claudia Vismara interpreta la sorella della protagonista, che offre consulenze correndo sul tapis roulant.

La moglie di Maglio

Mentre, sempre il mese scorso, l’abbiamo vista impegnata nei panni della moglie del protagonista nella fiction di RaiUno A muso duro, dedicata al dottor Antonio Maglio, medico e attivista italiano, celebre per aver promosso i I Giochi Paralimpici tenutisi a Roma nel 1960. Un grande uomo impersonato da Flavio Insinna.  

“É stata un’altra esperienza bellissima, perché é proprio una storia molto toccante e quindi anche per noi interpreti é stata un’esperienza forte sapere di stare interpretando personaggi che hanno qualche modo fatto la storia, soprattutto Maglio chiaramente… persone che hanno cambiato radicalmente la nostra società su un tema così delicato come la la disabilità”, commenta l’attrice, proseguendo: “È una storia molto emozionante e quindi è stato un film molto delicato per tutti noi, che ci sentivamo la responsabilità di quello che stavamo raccontando”.

La cattiva della storia

Nella vita di corsa di Claudia Vismara ci sono poi una novità internazionale e una conferma che farà felici molti telespettatori. La prima é il debutto nei panni della cattiva in una produzione olandese: “Ho appena finito le riprese di un altro film che chiude la serie che si chiama Clem e mi ha dato grandissima soddisfazione essere per la prima volta l’antagonista della storia: tra una donna di potere che si si vede sottratta la sua eredità e quindi alla fine arriva a fare minacce anche in modo un po’ grottesco”, spiega infatti la nostra intervistata. 

L’unica donna di Rocco Schiavone

Un’attrice dai tanti volti, tra cui forse il più famoso é quello di Caterina Rispoli, confidente, amante e traditrice, unica donna nella squadra dell’ispettore Rocco Schiavone, “uno dei personaggi che ho amato di più in assoluto”, rivela la nostra donna di copertina, che conclude: “Girare i nuovi episodi é  stato proprio come tornare tornare a casa: é il quinto anno che lavoriamo assieme quindi siamo proprio una squadra in tutti i sensi”.

In foto: Claudio Vismara(Ph Riccardo Riande)

GUARDA VARESE IN ROSA

Articoli Correlati