Premio da collezione

3 settembre 2018
Premio da collezione

Gli autoritratti dell’artista catanese Carmen Cardillo conquistano la giuria e vincono la seconda edizione del Premio Arte Carlo Farioli di Busto Arsizio. Il successo dell’iniziativa convince l’amministrazione comunale a proseguire la collaborazione

A cura della redazione di Artevarese

E’ esposta nelle sale della pinacoteca civica di Busto Arsizio, in piazza Vittorio Emanuele, l’opera Alias Self-Portrait, firmata dalla catanese Carmen Cardillo, vincitrice della seconda edizione del premio Arte Carlo Farioli. Al concorso, dedicato alla memoria dell’artista bustocco e intitolato In-stabili equilibri, hanno partecipato oltre 140 professionisti da tutta Italia. Trentacinque i finalisti selezionati dalla giuria che ha scelto, su tutti, il lavoro della Cardillo.

L’arte come occasione di sviluppo

Il Premio, nato con lo scopo di promuovere l’arte e coloro che la interpretano, è patrocinato dal Comune di Busto Arsizio. Così, come da regolamento del concorso, Alias Self-Portrait è stata appunto inserita nella collezione delle Civiche Raccolte d’arte di Palazzo Cicogna, dove affianca la scultura L’Alveare, di Erjon Nazeraj, vincitrice nel 2017.

“La seconda edizione dell’iniziativa si è confermata un successo ed è con convinzione che l’amministrazione ha deciso di proseguire in un’iniziativa che è nata solo lo scorso anno”, – sottolinea Manuela Maffioli, assessore alla Cultura: “Le decine di opere, inviate dagli artisti di tutta Italia, hanno fatto scoprire Busto fuori dai propri confini. Questo infatti è uno degli scopi della programmazione dell’amministrazione, che pensa la cultura come fattore di sviluppo del territorio anche attraverso la capacità di attrarre persone che, non conoscendo le nostre bellezze e venendo qui per un evento, trovano l’occasione per visitare la città”.

L’artista: stupore e commozione

Carmen Cardillo nasce nel 1975 a Catania, dove si diploma in Pittura nel 1999 all’Accademia di Belle Arti cittadina. Nel 2001 trasferitasi a Milano consegue prima il diploma di fotografo al Cfp Bauer, poi il master in “conservazione e catalogazione della fotografia” e la specializzazione in Arti visive e discipline dello Spettacolo, all’Accademia di Brera. Tornata nella città natia, dal 2007 è docente all’Accademia di Belle Arti del capoluogo siciliano. Numerose le mostre personali e le collettive organizzate, nel corso degli anni, in Italia e all’estero.

“La notizia d’aver superato la prima selezione del Premio mi ha dato da subito un’importante possibilità di esposizione e visibilità. L’esito finale poi mi ha stupito e fortemente commosso, perché l’opera fotografica Alias self – portraits parla di identità in modo sperimentale, ma è anche un’opera molto intima”, sottolinea Cardillo: “Sono orgogliosa e fiera del Premio perché è un importante riconoscimento legato all’arte e al ricordo dell’artista Farioli, altresì perché l’opera sarà presente all’interno delle Civiche Raccolte d’Arte di Busto Arsizio. L’incertezza e l’instabilità che connotano il mondo contemporaneo tolgono all’artista sogni, energia e spesso rendono vana la ricerca, lo studio, la sperimentazione artistica. Proprio per questo sono grata a tutti coloro che hanno creduto che l’opera fosse meritevole!”.

Esposizioni da visitare

Civiche Raccolte d’Arte – Palazzo Cicogna. Informazioni: Telefono – 0331 390351/352

Orari al pubblico: martedì-giovedì: 14.30-18; venerdì: 9.30-13- 14.30-18; sabato: 14.30-18.30 e domenica: 15-18.30. Lunedì chiuso

Spazio Arte Carlo Farioli, Busto Arsizio – www.farioliarte.it

Articoli Correlati