Salute e bontà in tutti i sensi

5 novembre 2018
Salute e bontà in tutti i sensi

Quasi 200 confezioni prese dai cittadini, per un totale di circa un migliaio di euro raccolti. E’ il bilancio della distribuzione della Zuppa della Bontà a Varese. Dove, in occasione della Giornata mondiale di lotta alla povertà, il mese scorso la Fondazione Progetto Arca è tornata a promuovere una due giorni nelle piazze Carducci e Montegrappa.

Scaldare l’inverno dei poveri

Tre le gustose scelte proposte: il minestrone alla veneta, quello alla montanara e la zuppa d’orzo. Il ricavato servirà ora a scaldare l’inverno delle persone senza fissa dimora che la Onlus assiste quotidianamente, tra cui il centro diurno Il viandante della Città Giardino, che ogni giorno, dal lunedì al sabato, dalle 11.30 alle 17.30 accoglie circa 70 senzatetto. Offrendo loro riparo, ristoro e l’opportunità di curare la propria igiene personale, ma soprattutto accoglienza, ascolto e la possibilità di accedere a progetti di reinserimento.

Il bel testimonial

Testimonial della campagna, che ha coinvolto un centinaio di piazze in tutta Italia, lo chef varesino Roberto Valbuzzi, peraltro fresco di banchetto nuziale, in quanto novello sposo. Chi ha scelto una o più confezione della Zuppa della bontà, a fronte di una piccola donazione, ha anche ricevuto un ricettario proprio con i consigli dell’affascinante, giovane protagonista de La prova del cuoco.

Foto: lo chef Roberto Valbuzzi, testimonial della Zuppa della bontà

Articoli Correlati