Fotografia, se l’Afi “scatta” in Cina

5 novembre 2018
Fotografia, se l’Afi “scatta” in Cina

E’ di nuovo una realtà del Varesotto a rappresentare la fotografia “Made in Italy” in Cina. Fino all’11 novembre a Pechino è infatti in corso la prestigiosa manifestazione Photo Beijing, a cui l’Archivio fotografico italiano – che ha base tra Castellanza e Busto Arsizio – è stato invitato dal governo cinese e dall’organizzazione dell’evento.

Cinque mostre dall’Italia a Pechino

“Ci presentiamo con cinque mostre, affrontando il tema dell’archiviazione e della progettualità, con uno sguardo al passato, ma proiettati verso il futuro, mettendo a confronto linguaggi e tecniche”, commenta il presidente di Afi, Claudio Argentiero, ricordando l’accordo triennale siglato un anno fa per scambio di esperienze artistiche, in modo da far conoscere i rispettivi fotografi nei due Paesi.

L’ottavo Festival fotografico europeo

In quest’ottica, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, dal 16 marzo al 20 aprile in provincia di Varese alcuni artisti del Paese della Grande Muraglia torneranno come ospiti dell’ottava edizione del Festival fotografico europeo. Perché anche la cultura, da queste parti, vuol diventare sempre più un importante fattore di attrattività del territorio.

Foto: Claudio Argentiero, presidente dell’Afi, al Photo Beijing 2018

Articoli Correlati