Incamminiamoci! Le nuove strade dello sviluppo

3 maggio 2018
Incamminiamoci! Le nuove strade dello sviluppo

Turismo lento e sostenibile, che strizza l’occhio pure a Oriente. Ma anche cultura – cinema, foto, mostre – intensa come volano per l’economia. Senza dimenticare le solide basi su cui si fonda il benessere del territorio, come l’industria pesante, a cui dare nuove prospettive tramite tecnologia e formazione. Di tutto questo ci siamo occupati soffiando sulle nostre prime 35 candeline

Grazie. E’ la prima parola che mi viene in mente, mentre sfoglio la bozza del numero di maggio. Grazie a tutti coloro che hanno festeggiato con noi il nostro 35esimo compleanno: le realtà del territorio che hanno collaborato alle varie iniziative promosse tra marzo e aprile dall’Alto al Basso Varesotto, le centinaia di persone che vi hanno partecipato, gli inserzionisti che investono da anni e quelli che iniziano a farlo ora, i lettori sempre più numerosi su tutti i mezzi di comunicazione della nostra piattaforma. Grazie, in particolare, ai colleghi giornalisti e gli opinionisti che scrivono con me questa rivista, i grafici, gli esperti di web e social media, il commerciale, l’amministrazione, l’editore. Perché chi firma una testata ci mette la faccia, ma in tanti ci mettono tempo, lavoro, sacrificio, passione. Per trovare sempre nuove soluzioni per rinnovarsi senza snaturarsi. Proprio come sta facendo il nostro territorio.
Non è un caso che questo numero del mensile sia più che mai proiettato a decodificare i cambiamenti in corso sulla strada dello sviluppo locale. Novità che tracciano nuove rotte economiche.
In questo solco s’inserisce l’inaugurazione del nuovo tratto Malpensa-Busto Arsizio del Cammino di Sant’Agostino, che siamo stati lieti di co-presentare all’ombra del Duomo di Milano e di vedere a tutta pagina su un quotidiano prestigioso qual è il Corriere della Sera. E sempre in tal senso siamo stati fieri di essere media partner di quella che è stata descritta come la maggior azione di pulitura dei fondali in provincia di Varese, avvenuta a Porto Ceresio con tanto di pranzo vegano proposto da una decina di ristoratori che hanno scommesso su un turismo “green”. A proposito di turismo, non è soltanto per gli addetti ai lavori l’articolo del docente Liuc Massimiliano Serati sul potenziale straordinario della domanda che arriva dalla Cina: un fenomeno che interessa l’Italia in generale e la Lombardia in particolare. E che Varesotto e Alto Milanese devono saper sfruttare in tutte le sue sfaccettature. Anche quelle meno immediate. Sempre buttando lo sguardo al di fuori dei nostri confini, si nota che in Francia s’investe il triplo dal punto di vista del capitale di rischio. A sottolinearlo è Anna Gervasoni, anche lei professoressa alla Cattaneo di Castellanza e direttore di Aifi.
A proposito d’investimenti, a Busto Arsizio si punta sulla cultura come leva per la ricettività territoriale: dai migliaia di visitatori registrati dal Festival fotografico europeo a quelli attesi per tre grandi iniziative artistiche, anche di respiro internazionale, cucite su misura per l’ex
Manchester d’Italia. Con i riflettori puntati sulla sedicesima edizione del BA Film Festival, a cui dedichiamo l’intervista di copertina alla co-conduttrice della serata finale, Andrea Delogu, e che vedrà tra gli ospiti d’onore anche Luciano Ligabue nei panni di regista. Una promozione del territorio di cui fanno parte anche iniziative meno glamour, ma significative, come il Premio d’arte Carlo Farioli.
Il tutto senza dimenticare un comparto “di peso”, in tutti i sensi, per l’economia locale, qual è la meccanica. Di cui, nella puntata di maggio di Varese Inchieste, abbiamo voluto ricercare le ragioni del successo, guardando alle prospettive future. Che passano per tecnologia e formazione. Proprio a formazione, istruzione, educazione sarà dedicata una nostra nuova rubrica, che inauguriamo con un’intervista a due voci ai vertici (anche varesini) di Fondimpresa, il più importante fondo interprofessionale per la formazione continua.
E poi, la seconda pubblicazione della nostra rubrica dedicata alla salute, curata in collaborazione con gli esperti dell’Università dell’Insubria di Varese e questo mese dedicata alle allergia. Un argomento di stagione, così come i consigli della “nostra” dietologa, Milena Colzani. Che suggerisce la attività motoria ad ogni età: dagli anziani ai giovani, a cui noi dedichiamo un articolo di sport sui campioni di domani.
Non resta che… metterci in cammino!

Articoli Correlati